Numero speciale di Moneta e Credito – call for papers

E’ in preparazione un numero speciale di Moneta e Credito, su “Modelli di sviluppo e aree monetarie: percorsi alternativi e vincoli strutturali”.

Il numero sarò curato da Massimo Amato e Lucio Gobbi, e sono benvenuti contributi, secondo il normale standard della rivista, entro il 15 ottobre 2019.

Per maggiori informazioni, si può consultare la call for papers.

Rethinking gender equity in Europe

Il 23 novembre si è tenuto a Bruxelles un colloquio organizzato nell’ambito del progetto Minerva (FEPS-Economia civile). Vi hanno partecipato, tra gli altri, rappresentanti della Commissione europea, del Parlamento europeo e della European women’s lobby. Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina dedicata al progetto.

 

EAEPE 2018 – Tavola rotonda su “Classical Economics Today”

Il 7 settembre 2018, nell’ambito della conferenza annuale della European Association for Evolutionary Political Economy (EAEPE), ha avuto luogo una tavola rotonda su “Classical Economics Today“, con discussione e commento del volume dallo stesso titolo, contenente saggi in onore di Alessandro Roncaglia.
Oltre a un nutrito pubblico di partecipanti, che sono intervenuti su vari punti, hanno presentato relazioni:

Riccardo Bellofiore, Università di Bergamo

Muriel Dalpont, Université Nice Sophia Antipolis

Roberto Ciccone, Università degli Studi di Roma Tre

Ingrid Harvold Kvangraven, University of York

La discussione si è incentrata sull’importanza della storia del pensiero economico, sia nell’insegnamento che nell’interpretazione dei fatti economici anche contemporanei (prendendo spunto anche dalla crisi e dal volume “Why the economists got it wrong“, di Alessandro Roncaglia), sulle politiche economiche e del lavoro europee, sulla teoria classica dei prezzi e del valore, e sull’approccio e le teorie di Smith e Marx.

In ricordo di Andrea Ginzburg

Dopo Mauro Ridolfi e Nando Vianello, il cui ricordo è sempre vivo, un altro allievo di Sylos, Andrea Ginzburg, ci ha lasciato ieri, 3 marzo 2018. Con Sylos ha condiviso sia il rigore della ricerca, sia l’impegno civile che gli veniva dalla sua tradizione familiare, sia la critica al pensiero economico mainstream e alle sue implicazioni conservatrici nel campo della politica economica. Sentiremo la sua mancanza. Economia civile lo ricorda tramite le parole della sua collega e amica Maria Cristina Marcuzzo.

Andrea Ginzburg è uno studioso puro che ha dedicato tutta la sua vita professionale alla ricerca e all’insegnamento, ma ha svolto anche importanti incarichi istituzionali.
Ha avuto un ruolo di primo piano nella nascita e sviluppo della Facoltà di Economia e Commercio di Modena e della Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia di Reggio Emilia Modena e Reggio Emilia successivamente, essendo stato di entrambe uno dei fondatori. Dal 2001 al 2010, è stato membro del Dipartimento di Scienze Sociali, Cognitive e Quantitative, di cui è stato Direttore negli anni 2001-2003.
E’ stato Direttore della Biblioteca di Economia di Modena e della Biblioteca Interdipartimentale di Reggio Emilia.
Il suo impegno nell’insegnamento, svolto per oltre quarant’anni, è testimoniato dal grande seguito e popolarità delle sue lezioni di Politica economica, negli anni 1970-2000 a Modena e di Istituzioni di economia e Economia delle reti internazionali a Reggio Emilia fino al 2010.
Per l’impegno nella didattica e l’attenzione agli studenti Andrea Ginzburg è stato un punto di riferimento per la Facoltà di Economia di Modena prima e per l’attuale Dipartimento di Scienze Sociali, Cognitive e Quantitative. Ha sempre privilegiato la formazione di qualità, con costante lavoro di dialogo con studenti e colleghi, attraverso la supervisione di tesi e di confronto scientifico con i colleghi.
Andrea Ginzburg è una figura originale di studioso, eclettico e innovatore, non assoggettato alle mode scientifiche, mai convenzionale. La sua attività di ricerca si è sviluppata mantenendo uno stretto collegamento fra la dimensione analitica e la dimensione storica della politica economica. Nell’ambito della politica economica si è occupato di problemi dell’economia italiana ed europea, della struttura industriale, di bilancia dei pagamenti e di Mezzogiorno; nell’ambito dell’analisi storica si è occupato di autori come Ricardo, Marx, Sraffa e Hirschman dando contributi importanti che, in alcuni casi, sono un autorevole riferimento nella letteratura.
Intelligenza e curiosità intellettuale, dedizione all’insegnamento e originalità di pensiero sono le caratteristiche di Andrea Ginzburg, una figura di studioso e di professore che ha meritato il rispetto e la stima di più di una generazione di studenti e colleghi.